LA RETE AUTOSTRADALE SICILIANA si snoda attualmente per 726 chilometri, gestiti in parte dal CAS (Consorzio per le Autostrade Siciliane) e in parte direttamente dall'ANAS.

 

 

Q U A D R O   D ' U N I O N E   |  l i n k  |

 

 

 

 

A18 MESSINA - CATANIA. E' un'autostrada con pedaggio che si sviluppa su un tracciato di 76,800 chilometri e la cui gestione è affidata al CAS (Consorzio per le Autostrade Siciliane). Interamente a due carreggiate e quattro corsie (due per senso di marcia) con relative corsie di emergenza, corre lungo tutta la costa ionica settentrionale dell'Isola, collegando l'autostrada A20 Messina - Palermo al raccordo autostradale RA15 Tangenziale Ovest di Catania e dunque, tramite questo, anche all'autostrada A19 Palermo - Catania e all'autostrada A18 Catania - Siracusa. La A18 Messina - Catania fa parte della Strada Europea E45. 

 

A18 Messina - Catania

 

 

 

A18DIR. E' una diramazione (gestita direttamente dall'ANAS) di 6 chilometri che, partendo dalla barriera di Catania - San Gregorio (barriera che chiude la A18 Messina - Catania), costituisce una delle più trafficate porte d'accesso al capoluogo etneo provenendo da Nord. Marciando in direzione Catania Centro, sono cinque le uscite presenti sulla diramazione: San Gregorio, Canalicchio, Catania Est, Catania Ovest, Catania Centro.

 

A18dir.

 

 

 

RA15 TANGENZIALE OVEST DI CATANIA. E' un raccordo autostradale, tangente alla città di Catania, che si sviluppa su un tracciato di 25 chilometri, interamente a due carreggiate e quattro corsie (due per ogni senso di marcia) con relative corsie di emergenza. Gestita direttamente dall'ANAS, la Tangenziale Ovest di Catania fa parte della Strada Europea E45 e, oltre ad essere l'asse contenente quasi tutti gli svincoli di accesso al capoluogo etneo (altri svincoli si trovano sulla diramazione A18dir.), svolge pure l'importantissima funzione di raccordare tra loro tutte le principali strade della Sicilia Orientale che hanno il proprio fulcro su Catania:

= la A18 Messina - Catania

= la A18 Catania - Siracusa

= la A19 Palermo - Catania

= la SS114 Orientale Sicula (che da Messina scende fino a Siracusa)

= la SS194 Ragusana (che da Catania scende verso Ragusa)

= la SS417 Di Caltagirone (che da Catania scende verso Caltagirone e verso Gela)

= la SS121 Catanese (che da Catania si sviluppa verso il centro dell'isola fino a raggiungere Palermo) da cui poco dopo nasce anche la SS284 Occidentale Etnea che sale verso i paesi del versante ovest dell'Etna

= la SP92 che raggiunge buona parte dei paesi etnei dell'area metropolitana catanese

 

RA15 Tangenziale Ovest di Catania

 

 

 

NSA339 CATANIA - SIRACUSA. Si tratta di un'autostrada senza pedaggio gestita direttamente dall'ANAS. Inaugurata in tutta la sua interezza nel dicembre del 2009, con l'apertura al traffico del tratto Catania - Augusta, si sviluppa su un tracciato di 46 km (interamente a due carreggiate e quattro corsie, due per senso di marcia, con relative corsie di emergenza), attraversando anche aree di pregio ambientale sia per la presenza di agrumeti che di siti protetti: per questo motivo, è stata realizzata dotandola di un'apposita e innovativa rete di smaltimento delle acque della piattaforma con un trattamento mediante ecofiltro in apposite vasche. Allo stato attuale, l'ANAS non ha ancora provveduto ad assegnare a questa nuova autostrada una denominazione definitiva: per questo motivo, viene ancora individuata col nome provvisorio di NSA339 (dove NSA sta per Nuova Strada Anas). Da notare, poi, che la parte di tracciato compresa tra Augusta e Siracusa, pur avendo anche essa caratteristiche autostradali, non è ancora stata formalmente classificata come autostrada, conservando la vecchia denominazione di SS114. L'autostrada Catania - Siracusa fa parte della Strada Europea E45.

 

NSA339 Catania - Siracusa

 

 

 

A18 SIRACUSA - GELA. E' un'autostrada gestita dal CAS (Consorzio per le Autostrade Siciliane) che, dopo il raccordo autostradale RA15 Tangenziale Ovest di Catania e dopo l'autostrada NSA339 Catania - Siracusa, riprende la numerazione della A18 Messina - Catania. Ad oggi, completamente aperto al traffico (su quattro corsie, due per senso di marcia, con relative corsie di emergenza) è solo un primo tratto che, con un tracciato di 41,500 chilometri, corre tra Siracusa e Rosolini, ma è atteso il prolungamento sino a Gela (con un tracciato complessivo di 131,700 chilometri). Per maggiori dettagli sull'avanzamento del progetto e dei lavori, si rinvia alla pagina Infrastrutture stradali: progetti e lavori. Questa autostrada, per la quale è prevista l'istituzione di un pedaggio nei tratti in esercizio, fa parte della Strada Europea E45.

 

A18 Siracusa - Gela, oggi aperta al traffico nella tratta tra Siracusa e Rosolini

 

 

 

A19 PALERMO - CATANIA. E' un'autostrada senza pedaggio che si sviluppa su un tracciato di 188 chilometri interamente a due carreggiate e quattro corsie (due per senso di marcia) con relative corsie di emergenza, collegando Palermo al raccordo autostradale RA15 Tangenziale Ovest di Catania e dunque, tramite questo, anche all'autostrada A18 Messina - Catania e all'autostrada A18 Catania - Siracusa. Gestita direttamente dall'ANAS sin dal momento della sua inaugurazione avvenuta nel 1975, la A19 Palermo - Catania  si congiunge con l'autostrada A20 Messina - Palermo al km 40 (praticamente all'altezza dello svincolo di Buonfornello): qui la A19 si incontra con la A20 che procedendo lungo tutta la costa tirrenica proviene da Messina, mentre la A19 devia verso l'entroterra dell'Isola dirigendosi dapprima verso Caltanissetta e Enna e poi verso Catania. La A19 Palermo - Catania fa parte della Strada Europea E90 per quanto riguarda il suo tratto tirrenico (tra Palermo e Buonfornello) e della Strada Europea E932 per quanto riguarda il suo tratto che da Buonfornello prosegue sino a Catania.

 

A19 Palermo - Catania

 

 

 

A20 MESSINA - PALERMO. E' un'autostrada con pedaggio che si sviluppa, sino a Buonfornello, su un tracciato di 183 chilometri: i suoi primi 21 chilometri (dalla barriera di Messina Sud alla barriera di Messina Nord) sono liberi da pedaggio e costituiscono la Tangenziale di Messina. Con l'apertura al traffico (avvenuta il 21 dicembre 2004) dell'ultimo tratto della A20, ricadente tra le località di Castelbuono e di Furiano per complessivi 41,2 km, si è in pratica completato l’anello autostradale Messina - Palermo - Catania - Messina, consentendo così di concludere tutti i lavori sul tratto siciliano della Strada Europea E90 (di cui la A20 fa parte) e del Corridoio TEN-1 Berlino - Palermo. Interamente a due carreggiate e quattro corsie (due per senso di marcia) con relative corsie di emergenza, la A20 è gestita dal CAS (Consorzio per le Autostrade Siciliane). Correndo lungo la costa tirrenica della provincia di Messina, questa autostrada collega tra loro la A18 Messina - Catania con la A19 Palermo - Catania, nella quale appunto confluisce all'altezza di Buonfornello (al km 40).

 

A20 Messina - Palermo

 

 

 

A29 PALERMO - MAZARA DEL VALLO. E' un'autostrada senza pedaggio che si sviluppa su un tracciato di 118 chilometri, interamente a due carreggiate e quattro corsie (due per senso di marcia) con relative corsie di emergenza. Costruita dall'ANAS (che anche oggi la gestisce direttamente) dopo il terremoto che nella notte tra il 14 e il 15 gennaio 1968 scosse il Belice, questa autostrada fa parte della Strada Europea E90.

 

A29 Palermo - Mazara del Vallo

 

 

 

A29DIR. Alla A29 Palermo - Mazara del Vallo si allaccia la diramazione A29dir. che, coi suoi 42 chilometri a due carreggiate e quattro corsie (due per ogni senso di marcia), devìa dal tracciato principale della A29 per raggiungere Trapani e l'aeroporto di Birgi. Fa parte della Strada Europea E933.

 

A29dir.